Ultima modifica: 31 Maggio 2019
Circolari > Circolari Docenti > CALENDARIO SIMULAZIONI DEL COLLOQUIO D’ESAME 5E – 5F

CALENDARIO SIMULAZIONI DEL COLLOQUIO D’ESAME 5E – 5F

CALENDARIO SIMULAZIONI DEL COLLOQUIO D’ESAME 5E – 5F

Melegnano, 31 maggio 2019 

Prot. n. 399 C.I.

 

AI DOCENTI CLASSI 5E-5F LICEO SCIENTIFICO

 

AGLI STUDENTI CLASSI 5E E 5F LICEO SCIENTIFICO

 

A DOCENTI dell’Istituto

ALLE FAMIGLIE

Classi quinte

 

p.c. al D.S.G.A.

 

 

Oggetto: CALENDARIO SIMULAZIONI DEL COLLOQUIO D’ESAME

 

Si informano le classi ed i docenti della 5E e 5F che il giorno 4 giugno 2019 è prevista una simulazione del colloquio dell’Esame di Stato alle ore 12.00 presso la sala audiovisivi del Liceo alla presenza di una commissione formata dai docenti delle classi in oggetto.

 

Ricordo che  le modalità di espletamento del colloquio sono disciplinate  dalla OM 205 del 11.3.2019 e specificate successivamente dalla Circolare Ministeriale 788 del 6 maggio 2019 che invito i docenti a leggere attentamente e della quale  si riporta  qualche paragrafo significativo:

 

 “A tal fine, la commissione propone al candidato di analizzare testi, documenti, esperienze, progetti, problemi per verificare l’acquisizione dei contenuti e dei metodi propri delle singole discipline, la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle per argomentare in maniera critica e personale anche utilizzando la lingua straniera. Nell’ambito del colloquio il candidato espone, mediante una breve relazione e/o un elaborato multimediale, l’esperienza svolta relativamente ai percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento. Il colloquio accerta altresì le conoscenze e competenze maturate dal candidato nell’ambito delle attività relative a Cittadinanza e Costituzione”.

 

Come previsto dal decreto ministeriale n.37 del 2019, il colloquio viene avviato con l’analisi e il commento del materiale che la commissione propone al candidato, per poi svilupparsi in una più ampia e distesa trattazione di carattere pluridisciplinare che espliciti al meglio il conseguimento degli obiettivi del profilo educativo, culturale e professionale (PECUP). Risulta perciò di fondamentale importanza la scelta di materiali che possano favorire la trattazione dei nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline. In coerenza con il quadro normativo, i materiali possono essere di diverso tipo.

Essi possono essere costituiti da:

-testi (es. brani in poesia o in prosa, in lingua italiana o straniera);

-documenti (es. spunti tratti da giornali o riviste, foto di beni artistici e monumenti, riproduzioni di opere d’arte, ma anche grafici, tabelle con dati significativi, etc.);

-esperienze e progetti (es.: spunti tratti anche dal documento del consiglio di classe)

-problemi (es.: situazioni problematiche legate alla specificità dell’indirizzo, semplici casi pratici e professionali). “

 

“Data la natura del colloquio, nel corso del quale dovranno essere privilegiati la trasversalità e un approccio integrato e pluridisciplinare, il materiale non potrà essere costituito da domande o serie di domande, ma dovrà consentire al candidato, sulla base delle conoscenze e abilità acquisite nel percorso di studi, di condurre il colloquio in modo personale, attraverso l’analisi e il commento del materiale stesso.

E’ chiaro, altresì, che non tutte le aree disciplinari potranno trovare una stretta attinenza al materiale proposto, per cui i commissari di tutte le discipline si inseriranno progressivamente nello svolgimento del colloquio al fine di verificare le competenze acquisite in tutti gli ambiti disciplinari”

 

Lo svolgimento del colloquio

Lo svolgimento del colloquio è disciplinato dall’art 17, comma 9, del D.lgs. n. 62 del 2017, nonché dall’art.2 del D.M. n. 37 del 2019 e dall’art. 19 dell’O.M. n. 205 del 2019. Il colloquio è caratterizzato da quattro momenti:

1) l’avvio dai materiali di cui all’art. 19, co. 1, secondo periodo, dell’O.M. n. 205 del 2019 e la successiva trattazione di carattere pluridisciplinare;

2) l’esposizione, attraverso una breve relazione e/o elaborato multimediale, dell’esperienza svolta relativamente ai percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento;

3) l’accertamento delle conoscenze e competenze maturate nell’ambito delle attività relative a “Cittadinanza e Costituzione”;

4) la discussione delle prove scritte (in questo caso non presente)

 

Alla luce di quanto sopra riassunto,   per ogni classe quinta un candidato  sosterrà la simulazione  nei giorno 4 giugno. Tutta la classe assisterà alla simulazione che ha come scopo solamente quello di una prova esemplificativa  di svolgimento del nuovo colloquio.

 

I materiali di avvio , che saranno sorteggiati dai due candidati tra le 4 proposte  saranno predisposti  dalla commissione  la mattina stessa  del colloquio che avrà la seguente scansione

 

  • 20 minuti  riunione della Commissione per la decisione dei materiali di avvio
  • 50 minuti durata del primo colloquio
  • 50 minuti durata del secondo colloquio

 

 

Rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti.

 

 

                                                                                                          IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                                    prof. Marco De Giorgi

                                                                                                      (Firma autografa sostituita a mezzo stampa

                                                                                        ai sensi dell’art.3, comma 2 del D.Lgs. n.39/1993)